Feb 08

Acceleratori ionici, anticalcare addolcitore magnetico

ll sistema impiegato per gli acceleratori ionici risolve finalmente ed in modo radicale i numerosi inconvenienti ed i danni dovuti al deposito ed alle incrostazioni di calcio nelle apparecchiature e nei tubi.
Il principio di funzionamento è semplice e sofisticato allo stesso tempo; si basa sul passaggio forzato dell’acqua attraverso un campo magnetico a fortissima intensità (10.000 Gauss).
Questo campo magnetico non è prodotto da allacciamenti elettrici, ma da MAGNETI NATURALI PERMANENTI e quindi la potenza non decade nel tempo. In questo modo, il calcio invece di depositarsi e solidificarsi nelle tubature si trasforma in un soffice precipitato polveroso (chiamato Aragonite) e simile al talco, che si mantiene in sospensione e non provoca incrostazioni.
Inoltre NEW ARA determina la progressiva dissolvenza delle incrostazioni calcaree già esistenti.
Per la sua particolare solidità e resistenza non comporta, una volta installato, costi di esercizio e di manutenzione.

L’acceleratore ionico non modifica assolutamente le qualità organolettiche dell’acqua, ma opera in modo sicuro ed eco- logico per trasformarla tecnicamente a “nostra” misura.

Gli effetti dell’acceleratore ionico si evidenziano prestissimo. Dopo pochi giorni dall’installazione, scoprirete con piacere che l’acqua va in ebollizione più velocemente, senza lasciare residui biancastri sulle pentole, il lavello in acciaio inox ritroverà la sua lucentezza e i bicchieri la loro trasparenza e brillantezza. Bagnoschiuma, saponi e shampon faranno più schiuma, potendone così ridurre la quantità e risparmiarne i costi. Anche il contatto con l’acqua diverrà decisamente più gradevole, lasciando pelle e capelli più morbidi. Allo stesso modo, il bucato sarà naturalmente più soffice e il cestello della lavabiancheria improvvisamente più lucido. Intanto il consumo e le spese di energia cominceranno a diminuire, perché riduce progressivamente le vecchie incrostazioni calcaree sulle resistenze elettriche e nei boiler, fino ad eliminarle del tutto. Pertanto gli impianti per l’addizione chimica, frequentemente in uso nei condomini, diventano superflui.

About The Author

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *